News

Di seguito le news di EFFECI TERMOIDRAULICA

23/07/2013

DL 63 del 04/06/13 detrazioni 65%

Il DL n.63 "Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE, sulla prestazione energetica nell'edilizia ha innalzato al percentuale di detrazione dal 55% al 65% e ha prorogato l'agevolazione al 31/12/13 per i privati e al 30/06/14 per interventi sulle parti comuni o su tutte le unità immobiliari del condominio.
- EDIFICI INTERESSATI: interessa i fabbricati esistenti di tutte le categorie catastali (anche rurali) compresi quelli strumentali.Sono esclusi gli nterventi effettuati durante la costruzione dell'immobile.Per tutti gli interventi agevolabili(esclusa installazione pannelli solari) l'edificio deve essere già dotato di impianto di riscaldamento.In caso di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione,si può usufruire della detrazione solo nel caso di fedele ricostruzione(no ampliamento).
- SOGGETTI BENEFICIARI: sono ammesse alle agevolazioni le persone fisiche private, persone fisiche,società di persone, società di capitali, associazioni tra professionisti e enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciali.Tra le persone fisiche possono fruire dell'agevolazione anche i titolari di un diritto reale sull'immobile; i condomini;gli inquilini, chi detiene un immobile in comodato.Sono ammessi alla detrazione anche i familiari e i conviventi con il possessore che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori eseguiti sugli immobili nei quali può esplicarsi la convivenza.
- INTERVENTI AGEVOLATI E REQUISITI DA RISPETTARE:
1)interventi di riqualificazione globale su edifici esistenti
E'detraibile il 65%delle spese sostenute per qualsiasi intervento,o insieme di interventi, che consentano di conseguire un fabbisogno annuo di energia per la climatizzazione invernale non superiore ai valori riportati nelle tabelle dell'allegato A del DM 11/03/08(mod.dalDM326/01/10).
La detrazione spettante per i lavori di riqualificazione globale non potrà cumularsi con quella relativa ai singoli interventi.solo in caso di interventi per la climatizzazione invernale e contestuale installazione di pannelli solari, quest'ultima detrazione può aggiungersi a quella per la riqualificazione energetica.
2)Interventi su involucri degli difici(strutture opache e infissi)
E' detraibile il 65% delle spese sostenute per interventi riguardanti strutture opache verticali e orizzontali(pavimenti e coperture) e le finestre comprensive di infissi. Le spese detraibili sono quelle per:fornitura e posa in opera di materiale coibente sulle pareti esterne e di materiali per migliorare le caratteristiche termiche delle strutture esistenti;fornitura e posa in opera di nuove finestre comprensive di infissi;integrazioni e sostituzione degli elementi costruttivi.
3) installazione di pannelli solari per la produzione acqua calda
E'detraibile il 65% delle spese sostenute per l'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università. Le spese detraibili sono quelle per:fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature e delle opere idrauliche e murarie per la realizzazione di impianti solari termici collegati alle utenze, anche in intergrazione con impianti di riscaldamento. Per i pannelli realizzati in autocostruzione non è più necessaria la certificazione di qualità relativa alle strisce assorbenti.Il DM 6/08/09 elimina l'obbligo di produrre la certificazione di qualità anche il vetro solare.Per le spese di installazione di pannelli solari non è piu obbligatori redigere l'attestato di certificazione o qualificazione energetica.
4)sostituzione di impianti di climatizzazione invernale
Sono detraibili le spese sostenute per la sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione.
NON SONO PIU'DETRAIBILI le spese sostenute per la sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa enpatia e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione.Per questi interventi è possibile usufruire del Conto Termico.
I sistemi termodinamici a concentrazione solare per la prosuzione di energia termica, convertibile anche in energia elettrica, usufruiscono della detrazione del 65%, perchè assimilabili ai pannelli solari.
-TETTI MASSIMI DELLE DETRAZIONI
riqualificazione energetica(1)-100.000€
interventi sull'involucro (2) - 60.000€
installazione pannelli sol.(3)- 60.000€
sost.impianti clima (4) - 30.000€
-ADEMPIMENTI
Per fruire dell'agevolazione è necessario acquisire:
1)asseverazione di un tecnico abilitato
2)attestato di certificazione o di qualificazione energetica,ove richiesto
3)La scheda informativa relativa agli interventi realizzati
-occorre poi trasmettere all'ENEA entro 90gg dalla fine lavori,attraverso il sito internet www.acs.enea.it ottenendo ricevuta informatica.
-solo nel caso in cui i lavori proseguano in più periodi d'imposta,è necessario inviare una COMUNICAZIONE all'ag.Entrate.
COME FUNZIONA LA DETRAZIONE
L'agevolazione consiste in una detrazione dall'imposta lorda, sia IRPEF che IRES in misura pari al 65%delle spese sostenute,entro il31/12/13 per i privati, ed entro il 30/06/14 per i condomini.
Per i soggetti persone fisiche non titolari di reddito da impresa sono detraibili le spese pagate mediante bonifico bancario o postale entro il 31/12/13.Nel bonifico vanno indicati:causale versamento;cod.fiscale beneficiario della detrazione;p.iva o c.f. del soggetto a cui si effettua il bonifico.
Per i soggetti titolari di reddito di impresa la detrazione è riconosciuta in relazione alle spese imputabili ai vari periodi d'imposta e non sono soggetti all'obbligo del pagamento tramite bonifico.
I massimi di detrazione sono indicati al punto sopra e per gli interventi condominiali è riferito a ciascuna delle unità immobiliari che compone l'edificio, tranne i casi in cui l'intervento si riferisce all'intero dificio e non a "parti".
La detrazione per gli interventi realizzati dal 01/01/11 è ripartita in 10 quote annuali di pari importo.
- DOCUMENTI DA CONSERVARE:
Tutti i soggetti che intendono avvalersi del beneficio devono conservare le seguenti documentazioni:
-certificato di asseverazione
-attestato di qualificazione energetica
-la ricevuta di invio dell'attestato di qualificazione o certificazione energetica
-la ricevuta del bonifico
-le fatture e le ricevute fiscali che comprovano le spese sostenute.
-CUMULABILITA' CON ALTRE AGEVOLAZIONI
la detrazione d'imposta del 65% non è comulabile con altre agevolazioni previste per gli stessi interventi.Nel caso in cui gli interventi realizzati rietrino sia nelle agevolazioni per il risparmio energetico sia in quelle per le ristrutturazioni edilizie, il contribuente potrà scegliere solo uno dei due benefici fiscali.
La detrazione del 65% non è cumulabile con il premio per ipianti fotovoltaici abbinati ad uso efficiente dell'energia di cui al quinto conto energia.
23/07/2013

Pompe di calore e geotermia riammesse alla detrazione del 65%

La detrazione fiscale del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sarà estesa alle pompe di calore e quella del 50% per le ristrutturazioni comprenderà i grandi elettrodomestici. Lo prevedono due emendamenti del Governo alla legge di conversione del DL63/13 approvati al senato.

19/04/2013

Nuova detrazione 50%

L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE IRPEF DEL 50%
L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n.22/E del 2 aprile 2013, ha risposto ad una istanza di consulenza giuridica in merito alla possibilità di fruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto e l’installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica (in quanto basati sull’impiego della fonte solare, e, quindi, sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia).
Viene affermato che la realizzazione di impianti fotovoltaici è equiparata a tutti gli effetti alla realizzazione di interventi finalizzati al risparmio energetico, in quanto entrambi determinano una riduzione dei consumi da fonte fossile e, pertanto, può fruire della detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute entro la soglia massima di spesa di €96.000 (la detrazione diverrà del 36% delle spese sostenute entro la soglia massima di spesa di €48.000 a decorrere dal 1° luglio 2013).
Prima di tale interpretazione ministeriale vi erano dubbi in merito alla riconducibilità dell’installazione degli impianti fotovoltaici agli interventi previsti dall’art.16-bis, co.1 lett. h) del Testo Unico delle Imposte sui Redditi che prevede, tra gli interventi che possono fruire delle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie, anche la realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia (seppure in assenza di opere edilizie).
La detrazione fiscale per l’installazione di un impianto fotovoltaico diretto alla produzione di energia elettrica è fruibile solo se l’impianto viene posto direttamente al servizio dell’abitazione (cioè per usi domestici, di illuminazione, alimentazione di apparecchi elettrici, ecc.). Se la cessione dell’energia elettrica prodotta in eccesso configura l’esercizio di un’attività commerciale (come nel caso in cui l’impianto abbia potenza superiore ai 20 kw) ovvero se l’impianto non viene posto a servizio dell’abitazione la detrazione fiscale è esclusa.
Il Ministero dello Sviluppo Economico prevede che la tariffa incentivante derivante dall’installazione dell’impianto fotovoltaico non sia applicabile qualora siano state riconosciute o richieste detrazioni fiscali. Pertanto, in fase di acquisto e installazione di un impianto fotovoltaico da parte di un soggetto Irpef è opportuno effettuare un calcolo di convenienza economica tra la fruizione della tariffa incentivante erogata dal Gse ovvero della detrazione fiscale Irpef attualmente prevista nella misura del 50% con la soglia di spesa di €96.000 (dal 1° luglio 2013 nella misura del 36% con la soglia di spesa di €48.000).
In merito alla documentazione da conservare, che attesti il conseguimento di risparmi energetici derivanti dall’installazione di un impianto fotovoltaico, viene precisato che la realizzazione dell’impianto comporta automaticamente la riduzione della prestazione energetica degli edifici: è,
Circolare mensile per l’impresa
APRILE 2013
22
quindi, sufficiente conservare la documentazione comprovante l’avvenuto acquisto e installazione dell’impianto a servizio di un edificio residenziale. Rimangono applicabili tutte le altre regole previste per fruire della detrazione (in primis, l’obbligo di effettuare il pagamento delle spese mediante bonifico bancario o postale).
19/04/2013

DETRAZIONI FISCALI MAGGIORATE PER LE SPESE SOSTENUTE SUGLI IMMOBILI FINO AL 30 GIUGNO 2013

Possono fruire della detrazione Irpef del 50% (ex 36%) in relazione ad interventi di recupero del patrimonio edilizio i possessori o i detentori di immobili residenziali, principalmente per gli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia realizzati tanto sulle singole unità immobiliari quanto su parti comuni di edifici residenziali, nonché sulle relative pertinenze. Per quanto riguarda le imprese, tale detrazione è fruibile dai soggetti titolari di partita Iva che esercitano la propria attività in forma individuale ovvero con una società di persone, in quanto fruibile dalle sole persone fisiche.
La detrazione Irpef/Ires del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici, invece, non prevede alcuna eccezione né di tipo oggettivo (unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, non solamente immobili abitativi) né di tipo soggettivo (qualsiasi privato o titolare di reddito di impresa può fruirne).
Si riepilogano i requisiti generali che obbligano a suddividere la detrazione spettante in 10 rate annuali di pari importo.
Spese sostenute fino al 30 giugno 2013
? in relazione ad interventi di recupero del patrimonio edilizio la detrazione Irpef spetta in misura pari al 50% delle spese sostenute, fino ad un ammontare massimo di spesa per singola unità immobiliare oggetto di intervento di €96.000;
? in relazione agli interventi che realizzano un risparmio energetico la detrazione Irpef/Ires spetta in misura pari al 55% per:
? la riqualificazione energetica di edifici esistenti con la soglia massima di spesa di €181.818,18;
? gli interventi sugli involucri degli edifici con la soglia massima di spesa di €109.090,90;
? la installazione dei pannelli solari con la soglia massima di spesa di €109.090,90;
? la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con la soglia massima di spesa di €54.545,45;
Spese sostenute dal 1° luglio 2013
? in relazione ad interventi di recupero del patrimonio edilizio e delle opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici (con particolare riguardo all'installazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia) la detrazione Irpef spetterà in misura pari al 36% delle spese sostenute, fino ad un ammontare massimo di spesa per singola unità immobiliare oggetto di intervento di €48.000;
Circolare mensile per l’impresa
APRILE 2013
24
? in relazione ad interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, sugli involucri degli edifici, di installazione dei pannelli solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale la detrazione Irpef/Ires del 55% non spetterà più. La detrazione del 55% confluirà per i soli soggetti Irpef nella detrazione del 36% (così come previsto dalla lett. h) del co.1 dell’art.16-bis del Tuir). Per i soggetti Ires, invece, la detrazione del 55% cesserà alla data del 30 giugno 2013, fatta salva la possibilità per le società con periodo di imposta non coincidente con l’anno solare di fruire della detrazione per le spese sostenute fino al termine del periodo di imposta in corso alla data del 30 giugno 2013.
19/06/2012

Per un buon funzionamento dell'impianto solare-termico

Le cose da sapere per far funzionare al meglio il proprio impianto:
nonostante negli ultimi anni gli impianti solari si sono dimostrati affidabili e poco impegnativi di manutenzione, bisogna in ogni caso verificare il buon funzionamento attraverso alcuni controlli regolari nel tempo:
- la pressione dell'impianto
- la differenza di temperatura tra la mandata e il ritorno del collettore
- la temperatura della mandata del collettore
- se la pompa entra in funzione in presenza di radiazione solare
- presenza di rumori all'interno delle condutture, causati della presenza di aria nell'impianto.
Altri possono essere sporadici ad esempio:
- pulire i vetri di copertura se questi sono sporchi
- controllare la concetrazione dell'antigelo (ogni 2 anni)
- controllare il valore ph della miscela di acqua e glicole (ogni 2 anni)
- controllo dell'anodo anticorrosione nel serbatoio dell'acqua sanitaria.


19/06/2012

ABC dell'incentivo

Quando scade il termine per godere degli incentivi?:
-per godere della detrazone IRPEF del 55% per i pannelli solare termici si ha tempo attualmente fino al 31/12/12!
Chi può usufruirne?:
-tutti i contribuenti,(persone fisiche, professionisti e società)
Cosa si può detrarre?:
- si possono detrarre tutte le spese sostenute per l'installazione dei pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria, incluse le spese per le prestazioni professionali necessarie per la realizzazione dell'impianto. E' possibile detrarre il 55% delle spese totali fino a un massimo di 60.000€.
18/06/2012

Detrazioni 36%-55%

La circolare n.19 del 01/06/12 dell'agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti riguardo la fruizione delle detrazioni Irpef del 36% e del 55%(quest'ultima ad oggi esistente solo per le spese sostenute entro il 31/12/2012):
- la detrazione del 36% spetta dalla data del 01/01/11 anche in assenza della preventiva raccomandata di inizio lavori al Centro operativo di Pescara, ma in questo caso dovranno essere indicati i dati catastali identificativi dell'immobile in oggetto nella dichiarazione dei redditi.
- per quanto riguarda i lavori su parti comuni condominiali, i contribuenti possono fruire delle detrazioni con il semplice possesso della certificazione da parte dell'amministratore che attesti di avere adempiuto a tutti gli obblighi previsti.
22/07/2011

Quarto conto energia

Quarto conto energia




Scarica materiale PDF